mercoledì, dicembre 21, 2005

Angela

All'odore di paese all'odore di pane. A questo mi fa ripensare Angela. Per me lei è giovane, bionda, semplice e senza tante pretese. Non so se la sera dentro al letto pensasse alla morte, a come
"non ci si sente" ma so che sapeva bene quali erano i motivi per cui valeva veramente la pena vivere...Erano le carezze della madre, la protezione del padre, i fratelli, gli amici. Angela si ostinava a soffrire per l'amore finchè non ebbe più tempo da dedicargli. Dopo anni di lotte contro il suo male ogni mattina vedendosi calva allo specchio non perdeva mai la voglia di sorridere. Dolce amica, non ci sei più e da quel giorno, anche a causa tua, non ho avuto più il coraggio di rientrare in quell'appartamento davanti al tuo e risentire gli odori che prima circondavano anche te.